Il diritto d'autore

12.05.2022

"Formano oggetto del diritto di autore le opere dell'ingegno di carattere creativo cheappartengono alle scienze, alla letteratura, alla musica, alle arti figurative,all'architettura, al teatro e alla cinematografia, qualunque ne sia il modo o la forma diespressione".Per essere tutelata, l'opera dell'ingegno deve presentare il carattere dellacreatività, che è dato dall'incontro di originalità e novità, e si manifesta quandol'opera esprime la personalità dell'autore. L'originalità non riguarda il contenutodell'opera, ma la sua forma espressiva, e il diritto d'autore protegge soltantoquest'ultima, non l'idea in essa contenuta. Anche la novità si riferisce alla formaespressiva, quest'ultima cioè deve essere diversa dalle altre forme espressive dellealtre opere dell'ingegno che pure trattano dello stesso argomento.

 Il diritto d'autore, come si evince dalla sua stessa definizione, è il dirittoriconosciuto all'autore dell'opera dell'ingegno di disporne in modo "assoluto" (non acaso si parla di proprietà intellettuale). Il diritto d'autore si articola in diritti morali e diritti di utilizzazione economica dell'opera.I primi sono inalienabili, irrinunciabili e imprescrittibili, nonché indipendentidai diritti patrimoniali. Essi infatti attengono alla sfera dei c.d. diritti della personalità. Sono il diritto a rivendicare la paternità dell'opera; il diritto di opporsi a ogni deformazione e mutilazione e/o modificazione che possa apportare un pregiudizio all'onore e alla reputazione dell'autore e il diritto a ritirare l'opera dal commercio quando ricorrano "gravi ragioni morali"; il diritto di inedito. Diritti che possono essere esercitati anche dagli eredi dell'autore.I secondi sono invece rinunciabili e cedibili a terzi, e hanno una durata stabilitadalla legge, si estinguono infatti 70 anni dopo la morte dell'autore; sono inoltre traloro indipendenti. Sono il diritto di riproduzione in più esemplari dell'opera; il diritto di trascrizione dell'opera orale; il diritto di esecuzione, rappresentazione o recitazionein pubblico; il diritto di comunicazione; il diritto di distribuzione; il diritto dielaborazione, di traduzione e di pubblicazione delle opere in raccolta; il diritto dinoleggio e di dare in prestito.